Sicurezza bancaria: cosa c’è da sapere 

Tutti noi abbiamo un conto corrente, bancario o postale che sia. L’evoluzione tecnologica ha reso il tutto molto più semplice e anche operazioni che prima era necessario effettuare direttamente dallo sportello possono ormai esser effettuate tranquillamente da casa con un computer o comunque con un dispositivo che permette di avere una connessione al web. 

Tramite app, infatti, oramai non esistono limiti alcuni: basta tranquillamente inserire le proprie credenziali, accedere al proprio conto corrente e il tutto diviene a portata di click. È possibile fare bonifici, monitorare la nostra lista movimenti, pagare bollette e quant’altro. Insomma l’idea di doversi mettere in fila per attendere il proprio turno è andato ormai nel dimenticatoio. E c’è di più: anche i versamenti si possono effettuare tranquillamente dagli sportelli esterni inserendo il cash negli appositi bocchettoni e attendere le 24 ore successive per visualizzarli nel saldo corrente. 

Ma tutte queste operazioni che effettuiamo tramite web sono sicure? Siamo in pericolo? La risposta ovviamente è sì ma non bisogna allarmarsi. Basta seguire qualche piccola norma di sicurezza e possiamo dormire sonni tranquilli. 

Password e token 

La credenziale che bisogna sempre tenere in considerazione è senza ombra di dubbio la password di accesso al nostro conto corrente. Per una questione di comodità tutti noi optiamo per pass semplici, con date o eventi a noi cari. Chi di noi non ha mai utilizzato come password la propria data di nascita o di un proprio caro? Niente di più sbagliato. 

Così facendo siamo estremamente vulnerabili agli attacchi degli hacker: piuttosto che utilizzare password così semplici dovremmo optare per un misto di caratteri alfanumerici seguiti se possibile da caratteri speciali. Un esempio? ‘Ciaociao’ potrebbe tranquillamente diventare ‘C!40c1ao’. Ci avevate mai pensato? 

Ma nel caso in cui la nostra password sia stata violata cosa dobbiamo fare? Nessun allarmismo: avete il token per autorizzare le operazioni? E allora non esiste alcun problema. Il token infatti è quel dispositivo che prima di ogni operazione rilascia un codice casuale deposto all’autorizzazione dell’operazione stessa. Ed, infine, significativo è anche il servizio che ci permette di ricevere un sms ad ogni operazione effettuata cosi siamo sicuri che nessun’altro si possa dilettare nel nostro conto corrente.

Altri modi per proteggersi 

Ovviamente esistono tanti altri modi per proteggersi dagli attacchi dei pirati informatici. Se volete ausilio a 360° vi consigliamo Areasoftware che nel corso degli anni è riuscito a ritagliarsi un posto degno di nota nell’élite della sicurezza informatica a Roma. 

Che sia questione di virus e quindi antivirus, che sia questione di trojan o quant’altro questa è la soluzione idonea alle vostre esigenze.  
Essere derubati, d’altronde, non piace a nessuno e allora è giusto prendere le doverose precauzioni del caso, no? 

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Recent Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close