Rendimento btp, le mosse per investire

Rendimento btp, le mosse per investire

Parole come Spread o anche rendimento o bot suonano come espressioni di una strana lingua straniera davvero incomprensibile. Eppure, oggi questi termini hanno ormai conosciuto una sorta di diffusione nazionalpopolare con cui dobbiamo fare i conti, volendolo o no. In molti ormai si occupano di finanza o comunque tendono a interessarsi di come investire i pochi risparmi che anche con molta fatica si riesce a metter da parte. Ecco perché è bene sapere come funziona il rendimento btp, sia eventualmente per valutare questo tipo di investimento, sia per partecipare attivamente a una conversazione.

Rendimento btp, conoscere le premesse

Come prima cosa dobbiamo contestualizzare il concetto di Btp nel mercato di riferimento che è quello dei cosiddetti “titoli di Stato” che possiamo eventualmente acquistare direttamente dal tesoro oppure tramite quello che in gergo tecnico viene definito il mercato secondario e che consiste praticamente nello scambio di un btp. Due sono i mercati più importanti su cui si muovono questi titoli, ovvero l’MTS e il MOT. La prima sigla sta per “Mercato Telematico dei Titoli di Stato” ed è come se fosse un ingrosso di titoli a cui si rivolgono le istituzioni.La seconda sigla invece sta per “Mercato Telematico delle Obbligazioni e dei Titoli di Stato “ ed è quello a cui si affacciano gli investitori privati e i risparmiatori.

Btp, i passi da fare per investire

A questo punto vediamo come si fa un investimento. Per prima cosa dobbiamo munirci di un conto deposito per i titoli, ovvero una sorta di dossier in cui andremo virtualmente a mettere i nostri titoli. Per farlo dovremo avere anche un conto corrente da cui poi la banca farà tutte le operazioni necessarie. Quindi dobbiamo scegliere il titolo che vogliamo, ricordandoci sempre che quando parliamo di Btp parliamo sostanzialmente di investimenti nel medio e lungo periodo e con un tasso di interesse fisso. Questo vuol dire che il nostro titolo ha anche una data di scadenza. Per fare il nostro investimento, poi, dovremo considerare il prezzo secco, ovvero il valore del titolo senza interessi, ma anche eventuali costi e commissioni che potrebbero essere previsti per acquistare il btp. Occorre anche sapere che il rendimento btp, come molte altre cose in Italia, è sottoposto a una tassazione e che quest’ultima è comunque minore rispetto ad altri strumenti di investimento finanziario. A questo punto non ci resta che decidere se tutte le informazioni che abbiamo appreso vogliamo solo tenerle nel nostro bagaglio culturale oppure metterle a frutto con un acquisto per il nostro futuro.

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Recent Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close